I nostri impianti

Tu immagina la tua casa in legno. Noi realizzeremo il tuo sogno

La divisione Service

Grazie all’apporto tecnico e alla collaborazione della Faber Energy Service, la Faber Energy Building ha messo a punto per le proprie case impianti climatici unici appositamente progettati per la tua casa in legno.

Una casa in legno è un’ambiente naturalmente confortevole, i pregiati materiali che la compongono impediscono la dispersione termica, a tutto vantaggio del comfort interno ma soprattutto del vostro portafoglio.

Benessere termoigrometrico e comfort termico

Risparmio energetico e comfort degli ambienti, sono le due facce della stessa medaglia, vanno di pari passo

Curiosità

Il Benessere termoigrometrico ideale

Studi effettuati hanno individuato quali sono i valori ottimali di temperatura e di umidità all’interno delle nostre case per il benessere termoigrometrico del nostro corpo, in estate una temperatura compresa tra i 24/26° e in inverno tra 18/22° centigradi, con un umidita compresa tra il 40/60 %.

Da questi studi, si è individuata quella chiamata “la zona del benessere”.

Per il mantenimento di un clima confortevole una casa ad alta efficienza energetica necessita di minima energia, tale energia nelle case Faber Energy Building viene prodotta dalla pompa di calore.

La pompa di calore è una macchina che produce energia termica utilizzando fonti di energia rinnovabile per la produzione di acqua calda sanitaria o per riscaldare gli ambienti. Il principio di funzionamento delle pompe di calore è quello del circuito frigorifero nel quale il calore sottratto da un ambiente a bassa temperatura viene trasferito ad un secondo ambiente che si trova ad una temperatura più alta. Per questo motivo sono in grado anche di raffreddare gli ambienti invertendo il ciclo del refrigerante.

Queste macchine sono alimentate con energia elettrica ma il loro assorbimento di elettricità è assai più basso del calore che riescono a generare, ma può essere generata anche da un impianto fotovoltaico od eolico, trasformando l’energia termica totalmente gratuita e rinnovabile.

Nelle nostre case la produzione dell’acqua calda sanitaria è delegata ad una seconda pompa di calore per consentire il massimo dell’efficienza e del risparmio energetico.

Questa macchina grazie ad un serbatoio in accumulo di acqua calda, permette di avere acqua calda sempre pronta e disponibile per tutta la famiglia ad ogni momento della giornata.

La diffusione del caldo e del freddo

Sappiamo che ogni medaglia ha due facce e la vostra casa in legno non fa distinzione, in particolari e fortunatamente rare situazioni, l’energia termica prodotta potrebbe essere eccessiva per la minima dispersione termica di una casa ad alta efficienza energetica.

Curiosità

Per tale motivo l’impianto messo appunto dai tecnici della Faber Energy Service consente di regolare il clima interno della vostra casa in ogni situazione estrema, invernale o estiva.

In Inverno

La soluzione migliore per riscaldare una casa uniformemente e nel rispetto del confort termoigrometrico, è quella del sistema radiante a pavimento:

  • la specifica posizione a pavimento dei pannelli radianti crea i presupposti affinché si verifichi la condizione ideale grazie alla diffusione del calore dal basso verso l’alto
  • il fatto che essi cedono calore soprattutto per irraggiamento, evita il formarsi di correnti convettive d’aria calda a soffitto e fredda a pavimento
  • Il sistema radiante basato su un massetto a bassa inerzia permette di dissipare velocemente il calore passano rapidamente dallo stato caldo al freddo e viceversa.
  • Questo consente di evitare i fenomeni di sovratemperatura possibili nelle abitazioni ad alta efficienza energetica in particolare dovuti agli apporti termici interni, grazie alla gestione elettronica e automatizzata del clima.

Raffrescamento estivo

Utilizzando il sistema radiante nella stagione estiva per raffrescare perderemo la gran parte dei benefici invernali, oltre ad un cattivo funzionamento del sistema, per i seguenti motivi:

  1. L’aria calda estiva essendo più rarefatta contiene più umidità che a contatto con una superfice fredda condenserebbe con sgradevoli fenomeni di acqua da condensa in terra.
  2. Per evitare questo problema l’impianto radiante raffrescante dovrebbe essere regolato ad una temperatura di esercizio alta, non rendendo comunque soprattutto nelle giornate afose il fresco ambientale desiderato.
  3. Il sistema radiante non può scaricare umidità dall’aria, mantenendo fastidiosi livelli di umidità.

Per i motivi prima esposti, nelle case il raffrescamento avviene attraverso le bocchette della VMC.

Il freddo prodotto dalla pompa di calore viene inviato ad una batteria di scambio posta subito dopo la ventilazione meccanizzata, l’aria calda e umida attraversando lo scambiatore si raffresca e condensa, condensa che viene espulsa attraverso uno scarico.

L’aria fresca così ottenuta attraversando le condotte della VMC giunge alle bocchette di mandata poste nelle stanze abbassando la gentilmente la temperatura ambientale senza provocare alcun fastidioso spostamento d’aria (0,3/0,6 volumi/ora).

La VMC

La vostra futura casa in legno sarà un contenitore quasi ermetico di energia termica sia in estate che in inverno, concorrendo a innumerevoli vantaggi in particolare ad un clima ideale sia in estate che in inverno con irrisori costi di esercizio, prestando comunque particolare attenzione al clima globale.

Il fiore all’occhiello del nostro impianto termico è costituito dalla VMC, macchina per la ventilazione meccanizzata, essa svolge un ruolo determinante nel ricambio continuo dell’aria viziata in casa, recuperando oltre l’80% dell’energia termica ambientale contribuisce all’efficienza energetica, in estate collaborando con la VMC attraverso uno scambiatore introduce negli ambienti aria fresca e deumidificata.

Tutte le nostre case sono fornite di una macchina detta VMC, Ventilazione Meccanica Controllata che consente un controllo costante sulla qualità dell’aria.

L’eccessiva umidità all’interno delle abitazioni soprattutto quelle in legno, quasi sempre prodotta dal naturale uso o da una elevata produzione di vapore da parte degli abitanti, è causa di discomfort abitativo, determinato da una carenza di smaltimento del vapore ambientale.

In qualsiasi abitazione ad alta efficienza energetica, la VMC non può essere facoltativa.